giovedì, 13 Maggio 2021

L’Umbria punta su giovani per rilanciare il turismo

La Regione sarà presente all’Assise dell’Ospitalità Italiana in ottobre

L'11 e 12 ottobre, in occasione della 3^ edizione dell'Assise dell'Ospitalità Italiana, si darà spazio alle proposte innovative ideate da giovani che vedono nell'accoglienza turistica il proprio sbocco professionale e, allo stesso tempo, stimolare gli enti di informazione e accoglienza turistica a sperimentare nuovi servizi, procedure e strumenti per interagire con gli utenti. All’evento, in programma a Torre del Benaco, parteciperà anche la Regione Umbria ed è organizzato in collaborazione con le Università di Verona, Urbino e del ‘Cst’ (Centro italiano di studi superiori sul turismo) di Assisi.  
“Il premio ‘Giovani proposte per l'accoglienza del futuro’ – spiegano gli organizzatori, è stato istituito per segnalare le idee più significative da sviluppare negli enti di informazione ed accoglienza turistica in Italia per l'innovazione di tali attività, sia all'interno degli uffici Iat sia a distanza, attraverso l'uso delle tecnologie web e dei social network. Possono partecipare giovani di età compresa tra 18 e 30 anni, iscritti all'Università o con un'esperienza di lavoro di almeno 3 mesi nei servizi di promozione, informazione e accoglienza turistica. La partecipazione è aperta a singoli o a gruppi di massimo 5 persone. I progetti verranno esaminati da una commissione che terrà conto della originalità e praticabilità dell'idea, della sua economicità, delle ricadute territoriali e del possibile contributo alla internazionalizzazione dei servizi di informazione e accoglienza turistica. I vincitori saranno invitati a partecipare alla 3^ Assise dell'Ospitalità italiana, durante la quale potranno illustrare i propri progetti a un pubblico selezionato, composto da esponenti del settore turistico pubblico e privato, docenti ed esperti in materia turistica”. 
Le proposte dovranno essere inviate entro il 15 settembre secondo quanto riportato dal bando di partecipazione disponibile nel canale Turismo del portale della Regione Umbria.

News Correlate