domenica, 15 dicembre 2019

La VdA presenta i suoi beni culturali alla Bmta

Anche la Valle d’Aosta sarà presente alla 18^ edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico, in programma a Paestum dal 29 ottobre al 1 novembre. 

La Valle d’Aosta avrà un proprio spazio all’interno del Salone espositivo dedicato al patrimonio archeologico, illustrando le proprie risorse culturali e le più recenti azioni per difenderle, valorizzarle e favorirne la fruizione.

“La presenza della Valle alla 18^ Bmta – ha commentato Emily Rini, assessore regionale all’Istruzione e cultura – è un’occasione per presentare i beni culturali presenti sul territorio valdostano e per evidenziare i lavori di ricerca ed i progetti di valorizzazione effettuati nel corso di questi ultimi anni dalla Soprintendenza per i beni e le attività culturali.

Particolare attenzione verrà data alla valenza turistico-culturale della città di Aosta – ha aggiunto – vera testimonianza a cielo aperto di un ricco passato storico ed architettonico, fruibile nella sua completezza nei numerosi siti aperti al pubblico e nel complesso urbano della zona est comprendente il Teatro romano e la Porta Praetoria, ma anche ai due interventi su cui l’assessorato ha investito notevolmente in termini di risorse economiche oltre che professionali:  il sito monumentale del Pont d’Ael nel comune di Aymavilles e l’Area megalitica di Saint-Martin-de-Corléans ad Aosta, la cui apertura è prevista per il 2016”.

La Bmta è luogo di approfondimento e divulgazione di temi dedicati al turismo e al patrimonio culturale. Con i suoi 100 espositori, la presenza di 20 Paesi esteri, 50 tra conferenze e incontri, è appuntamento per addetti ai lavori, operatori turistici e culturali, viaggiatori e appassionati, oltre che opportunità di business con il Workshop tra la domanda estera selezionata dall’Enit e l’offerta del turismo culturale ed archeologico.

News Correlate