Al via piano esuberi al Saint-Vincent Resort & Casinò

Dall’1 gennaio 2018 la società Saint-Vincent Resort & Casinò è “intenzionata ad applicare a tutti i suoi dipendenti il Contratto collettivo nazionale di lavoro Turismo-Confcommercio e pertanto si recede anche da tutti gli accordi ancora in vigore al 31 dicembre 2017″. È quanto riporta la lettera che formalizza l’avvio delle procedure per la riduzione del personale-licenziamento collettivo.
“I maggiori costi esplicitamente e implicitamente contenuti nei singoli accordi aziendali fino ad oggi sostenuti ed applicati rispetto ai soli livelli retributivi minimi previsti dal Ccnl – aggiunge – non sono più sostenibili pena la sopravvivenza della società. Inoltre, il problema occupazionale deve essere affrontato con rapidità ed efficacia e solo l’istituto del licenziamento collettivo può garantire risultati immediati a differenza di cassa integrazione, contratti di solidarietà, contratti a part-time”. Gli esuberi riguardano: 4 dipendenti segreteria centrale, 7 staff di direzione e audit, 20 area amministrativa, 5 risorse umane, 8 sistemi tecnologici e di gestione, 3 area tecnica, 2 impianti tecnologici, 4 manutenzioni giochi, 10 manutenzioni varie, 36 sicurezza e controllo della clientela, 13 commerciale eventi e congressi, 4 direzione della produzione, 2 roulettes tradizionali, 2 roulettes americane, 8 Craps, punto banco e chemin de fer, 24 Trente et quarante, 12 giochi elettronici, 5 casse di sala, 19 servizi di sala, 1 direzione albergo, 1 centro benessere, 1 room division, 5 ristoranti, 4 cucine, 5 bar, 9 servizi complementari e 9 servizi di autorimessa. A questi si devono aggiungere 41 dipendenti ‘esodati’ attraverso la legge Fornero.

News Correlate