domenica, 15 dicembre 2019

Turismo minerario, VdA scommete sulle ex miniere con progetto transfrontaliero

La Valle d’Aosta ha deciso di puntare sul turismo minerario. L’iniziativa rientra nell’ambito del progetto transfrontaliero MIMonVe – Le miniere intorno al Mont Velan, che vede coinvolti i comuni di Valpelline, Ollomont e Vollèges, con capofila l’Unité des Communes valdôtaines Grand-Combin e può contare su circa 2 milioni di euro di fondi europei. L’obiettivo è il recupero e la musealizzazione dei 3 siti minerari (Ollomont, Valpelline, Vollèges) e di un sito di archeologia industriale (Valpelline), la valorizzazione e messa in rete di 2 itinerari minerari transfrontalieri (Sentier du Cuivre e Sentier des Mines), fruibili in parte anche dai non vedenti, ma anche la realizzazione di un parco giochi a tema minerario.

“Al termine del progetto – sottolinea l’assessore all’Ambiente Albert Chatrian – sarà possibile creare, da un punto di vista turistico e promozionale, un pacchetto che farà la differenza”.

“Opportunamente riqualificate le miniere, possono essere un’opportunità di sviluppo turistico per la comunità sfruttando il valore aggiunto della trasfrontalierità del progetto. Da tempo, infatti, i partner svizzeri hanno saputo valorizzare in chiave turistica il loro sito minerario, questo progetto permetterà di integrare e migliorare le risorse già messe in campo”, aggiunge Joël Créton, presidente dell’Unité e sindaco di Ollomont.

News Correlate