giovedì, 25 Aprile 2024

Alla scoperta dello Zoncolan tra Giro d’Italia e borghi-gioiello­

Lo Zoncolan è la montagna simbolo della Carnia. Vera e propria palestra en plein air sia estiva che invernale, lo Zoncolan è conosciuto (e frequentato) dai ciclisti di tutto il mondo per la salita da Ovaro, varie volte traguardo del Giro d’Italia, considerata la più dura d’Europa ed ormai entrata nella leggenda: ad agosto, nell’Infopoint nel piazzale dell’arrivo del Giro, si trovano i gadget griffati Zoncolan, mappe e informazioni turistiche. Per i più temerari un’entusiasmante sfida ciclistica può prendere vita tra le pittoresche strade che partono dall’altro versante, quello di Sutrio, che metterà alla prova gli atleti più audaci e regalerà momenti di puro divertimento tutti gli appassionati di ciclismo.
Molte le Experience proposte da Visit Zoncolan, ad iniziare dalle escursioni tematiche con guide esperte che ogni giorno accompagnano lungo suggestivi itinerari per far scoprire panorami mozzafiato, borghi, malghe e pascoli. Il comprensorio dello Zoncolan è infatti punteggiato da malghe dove, da giugno a settembre, vengono portate le mandrie all’alpeggio e dove si possono acquistare saporiti e genuini formaggi e prodotti. Fra le altre, è raggiungibile con una bella passeggiata malga Meleit dove si può assistere alla lavorazione del formaggio ed acquistarlo.
D’estate lo Zoncolan e i borghi che gli fanno da corona sono animati da una miriade di altre piacevoli attività ed esperienze adatte a tutti, dagli sportivi alle famiglie con bambini, organizzate da Visit Zoncolan. Passeggiate naturalistiche con guide certificate lungo i sentieri della Grande Guerra o nei boschi dove vivono gli Sbìlfs (i folletti carnici), Nordic Walking, arrampicate, ma anche tante attività per rivivere e sperimentare antichi saperi, con corsi di cucina e ricamo, la raccolta delle erbe spontanee, passeggiate notturne nel bosco con le lanterne, escursioni guidate nell’ex miniera di carbone di Cludinico, la Fattoria diffusa per far conoscere da vicino ai bambini gli animali, esperienze gourmet con visite alle aziende di prodotti tipici.
Piccoli alberghi di charme, agriturismo e ben 4 Alberghi Diffusi a Sutrio, Paluzza, Comeglians, Ovaro, un modello di accoglienza nato proprio in Carnia negli anni ’90 ed ora diffuso ed apprezzato in tutt’Italia e all’estero. Si soggiorna in abitazioni ricavate dalla sapiente ristrutturazione di vecchi edifici, indipendenti ma facenti capo a un’unica reception. Una struttura ricettiva unitaria con camere e servizi dislocati in vari edifici: le caratteristiche case carniche regalano una soluzione dal fascino autentico, unita alla comodità dei servizi tipici di un efficiente albergo. Il valore aggiunto è fornito dalla possibilità di immergersi nella vita di un tipico borgo carnico e di vivere una vacanza rigenerante e diversa a contatto con la gente del posto, partecipando ad un modo di vivere spontaneo e genuino. L’Albergo Diffuso invita infatti a condividere i gesti e i ritmi della gente del posto, a contatto con le tradizioni, la storia, la quotidianità, assaporando lo spirito schietto della vita di montagna. Una forma di turismo sostenibile e responsabile, poiché favorisce la conservazione del patrimonio storico e culturale, stimola l’economia locale e riduce l’impatto ambientale legato alla costruzione di nuove strutture alberghiere.
Per prenotare la propria vacanza fra queste montagne, niente di meglio che rivolgersi a Visit Zoncolan (www.visitzoncolan.com), la rete d’impresa che – come si fa con un amico-  guida i visitatori a immergersi nel piacere autentico di vivere la natura e scoprire il territorio dello Zoncolan, un luogo ricco di emozioni e autenticità.  www.visitzoncolan.com

News Correlate