martedì, 27 Ottobre 2020

Federturismo sigla intesa con ECPAT sul turismo responsabile

In occasione della giornata mondiale del turismo responsabile, che si è celebrata ieri domenica 2 giugno, Federturismo Confindustria ha rinnova il suo impegno di sensibilizzazione contro il turismo sessuale siglando un protocollo d’intesa con ECPAT, la rete internazionale di organizzazioni, impegnata nella lotta allo sfruttamento sessuale dei bambini a fini commerciali presente in 90 Paesi, compresa l’Italia.

Ogni anno tre milioni di persone viaggiano verso Paesi poveri costringendo bambini e adolescenti a vendere il proprio corpo in cambio di pochi euro, alimentando un giro d’affari colossale, stimato nel mondo intorno ai 5 miliardi di dollari all’anno. E molti di loro sono italiani.

Un fenomeno inarrestabile e in crescita nonostante i numerosi tentativi compiuti a livello internazionale e nazionale che anche ECPAT si impegna a combattere, attraverso la prevenzione e il contrasto non solo del “consumo” di sesso con minori, ma anche di ogni attività che preveda un utile (denaro, beni e servizi) per i soggetti coinvolti.

In un mondo sempre più interconnesso in cui anche le aree più isolate sono ormai accessibili a poco prezzo, Federturismo, come ECPAT, credono in un mondo in cui ogni bambino deve essere tutelato e rispettato e i turisti sensibilizzati a viaggiare in maniera etica e consapevole.

News Correlate