martedì, 21 gennaio 2020

Ryanair varia turni per limitare diritto sciopero. Sindacati: atto illecito 

 

Nuovo tentativo di Ryanair di limitare il diritto di sciopero. Alla vigilia dello stop di due giorni che scatta oggi in Italia, Belgio, Spagna e Portogallo e per il quale la compagnia ha cancellato 600 voli, i sindacati italiani Filt-Cgil e Uiltrasporti fanno sapere che la low cost irlandese sta modificando i turni del personale navigante, cancellando i giorni di riposo e sostituendoli con impieghi di riserva aggiuntiva anche in aeroporto. Una denuncia che arriva dopo quella del sindacato belga Cne, che ha svelato l’intenzione della compagnia di chiamare equipaggi polacchi e tedeschi per rimpiazzare il personale in sciopero.

“Siamo stati informati da centinaia di nostri iscritti che, in queste ore, è in corso da parte della società una massiccia operazione di pesante modifica dei turni di lavoro di una quantità inusualmente elevata di piloti e assistenti di volo”, scrivono le due sigle in una lettera inviata oltre che alla compagnia, anche al Ministero del lavoro, alla Commissione di Garanzia degli scioperi e all’Enac.

E oggi il direttore generale dell’Enac, Alessio Quaranta, ha scritto all’autorità per l’aviazione civile irlandese per chiedere spiegazioni in merito alle notizie relative alla condotta della compagnia Ryanair e in particolare alla garanzia delle condizioni di sicurezza.

Intanto la low cost ha annunciato la decisione di tagliare del 20% la sua flotta nella base di Dublino in vista della stagione invernale, portando il numero di aerei da 30 a 24. Secondo la Bbc la decisione mette a rischio 300 posti di lavoro. La compagnia low cost ha motivato la decisione con il calo delle prenotazioni e delle tariffe aeree in seguito ai recenti scioperi da parte dei piloti irlandesi. Circa 100 piloti e 200 assistenti di volo avrebbero già ricevuto un preavviso di licenziamento.

News Correlate