mercoledì, 1 Febbraio 2023

Aereo Ita urta un Delta al Jfk di New York il 2 gennaio: nessun ferito

Un aereo di Ita Airways ha urtato un aeromobile di Delta all’aeroporto Jfk di New York nella notte del 2 gennaio scorso. L’aeromobile Ita Airways, che operava il volo AZ610 proveniente da Roma Fiumicino, in fase di rullaggio ha urtato con l’estremità alare destra lo stabilizzatore di un altro aeromobile. Non ci sono stati feriti. Il velivolo di Ita Airways è rientrato a Fiumicino in queste ore.

A dieci giorni dall’incidente è saltata fuori la ricostruzione dei fatti con la pubblicazione su YouTube di un audio che riporta la conversazione tra i piloti di alcuni aerei sulla pista, entrambi di Endeavor (sussidiaria di Delta), e la torre di controllo e poi dei piloti italiani con la stessa torre di controllo. “Abbiamo appena visto che un aereo, che sembra di Alitalia, ha urtato un Endeavor”, riferisce il pilota di uno dei due aerei sulla pista alla torre di controllo che riceve poi conferma dall’aereo colpito. “Credo che la coda del nostro aereo non fosse del tutto visibile a causa della congestione sulla pista e l’aereo che stava rullando l’ha urtata con l’ala”, dice nell’audio il pilota dell’aereo Endeavor urtato. Un pezzo d’ala dell’aereo di Ita finisce sulla pista.

Contattati dalla torre di controllo i piloti di Ita confermano di aver urtato la coda dell’aereo Endeavor. Sulla pista si precipitano i vigili del fuoco che fortunatamente non devono effettuare nessun intervento. Il volo Ita, che sarebbe dovuto rientrare a Roma, viene cancellato e i passeggeri sistemati in albergo fino al giorno successivo quando partono con un altro volo, messo a disposizione da Ita.

In una nota ufficiale Ita spiega di “aver attivato le procedure interne per ricostruire le circostanze, informando tempestivamente le autorità aeronautiche preposte a cui continuerà a fornire totale collaborazione con la massima trasparenza”. La compagnia conferma “di operare sempre nel rispetto di tutti i requisiti dettati dalle autorità competenti, a garanzia degli standard di sicurezza richiesti”. Inoltre “sono state poste in atto dalla compagnia ulteriori misure cautelative, nell’ottica di continuo miglioramento degli standard di sicurezza”, sottolinea Ita, facendo presente che “le collisioni nelle fasi di rullaggio, in particolare su aeroporti molto congestionati come JFK, sono un fenomeno in aumento e costantemente all’attenzione delle autorità aeronautiche”.

News Correlate