Passeggeri più vicini in aereo anche in Italia, nuove regole Enac

Regole più morbide per volare in Italia. L’Enac ha stabilito, allineandosi alle autorità europee e mondiali del trasporto aereo Easa e Iata, che le compagnie potranno riempire circa il 66% dei posti disponibili a bordo dei velivoli. La precedente normativa invece limitava il riempimento al 50%

Dunque, da ora non è, di fatto, più obbligatorio far mantenere la distanza di un metro tra i passeggeri. Infatti, come ha spiegato il direttore generale dell’Ente Alessio Quaranta in una lettera indirizzata a tutti gli operatori di trasporto pubblico, tale distanza non dovrà essere misurata dal bordo ma tra i punti mediani di due sedili adiacenti (più o meno dove poggia la testa). In sostanza, sugli aeromobili che hanno tre posti l’uno accanto all’altro si potranno occupare solo i sedili lato passeggero e lato finestrino, lasciando libero il posto in mezzo.

Inoltre, secondo alcune anticipazioni del Corriere sulle prime linee guida globali dell’Icao, il bagaglio a mano potrebbe avere i giorni contati. Per ridurre il contagio in aereo i passeggeri dovranno portare con se solo uno zainetto o una borsa da infilare sotto al sedile di fronte mentre dovranno depositare in stiva i trolley.

 

News Correlate