mercoledì, 28 Ottobre 2020

Conti salati per i viaggiatori in vacanza ad agosto

I turisti che hanno scelto di andare in ferie ad agosto si sono ritrovati a pagare conti più salati rispetto a coloro che sono partiti nel mese precedente. Gli aerei sono costati il 19,7% in più rispetto a luglio, i traghetti il 16,4% in più e anche i treni si sono rivelati più cari anche se appena dello 0,2%.

I dati sono stati diffusi dall’Istat che ha evidenziato aumenti (sempre ad agosto in confronto a luglio) anche nei pacchetti vacanze (+10,3%) e villaggi, campeggi e ostelli (+10,3%), mentre alberghi e pensioni sono stati meno cari dell’1,3%. Nell’estate del 2015 però i prezzi dei trasporti erano stati ancora più cari a causa della deflazione e dei bassi prezzi dei carburanti.

News Correlate