giovedì, 26 Novembre 2020

Enac: ripartire garantendo salute viaggiatori e lavoratori

“Pensiamo alla ripartenza e al futuro garantendo sicurezza e tutela della salute dei viaggiatori e dei lavoratori del comparto”. Lo ha detto il presidente dell’Enac Nicola Zaccheo, durante una videoconferenza con le associazioni del trasporto aereo per pianificare la ripartenza del settore in modo coordinato. Zaccheo e il direttore generale dell’Enac, Alessio Quaranta, hanno riepilogato le varie misure sinora adottate dall’Ente per supportare l’economia del settore, tra cui la sospensione dei canoni relativi alle concessioni aeroportuali e delle fatturazioni Enac, la proroga dei termini dei pagamenti e delle quote annuali di iscrizione all’Albo Gente dell’Aria.

Dal canto loro le associazioni hanno sottolineato la necessità di avere linee guida tempestive, univoche, armonizzate, fattibili e flessibili per consentire una ripartenza che “permetta ai passeggeri di avere garanzie sul rispetto delle prescrizioni sanitarie, ma che dia anche la possibilità agli operatori di ricominciare senza ulteriori costi”. Inoltre, per la ripresa delle attività, gli operatori hanno rappresentato la necessità di una forte collaborazione tra i vettori aerei, i gestori aeroportuali e tutti gli attori del sistema, anche a livello internazionale, in modo da stabilire norme univoche sia dal punto di vista sanitario, sia come modulistica da compilare che deve essere uguale tra i vari Paesi, per evitare disomogeneità che rallenterebbero ulteriormente operatività ed efficienza. Una criticità ribadita dalle associazioni ha riguardato l’obbligo di distanziamento a bordo degli aeromobili rispetto al quale chiedono misure alternative che garantiscano, comunque, lo stesso livello di sicurezza, come mascherine e sanificazione degli aeromobili.

News Correlate