Assoturismo: bene pacchetti gratis per turisti ma occhio a Ue

Assoturismo Confesercenti Sicilia torna a scrivere al governo regionale e all’assessore regionale al Turismo Manlio Messina per chiedere il coinvolgimento delle associazioni datoriali più rappresentative del settore nella stesura dei decreti attuativi delle misure a sostegno del turismo previste nella Legge di Stabilità.

“II piano di promozione previsto dal governo per offrire notti e pacchetti gratis a chi sceglie la Sicilia per le vacanze – dice il presidente nazionale di Assoturismo, Vittorio Messina – è un buon progetto che deve ora trovare una realizzazione concreta e fare i conti con le regole stringenti imposte dall’Europa. Il nostro timore è che alla prova dei fatti, i benefici sperati per le aziende possano essere poco incisivi e che gran parte della filiera possa restare fuori”.

Il documento, firmato da Messina e dal coordinatore regionale di Assoturismo, Salvo Basile, è stato inviato a seguito ad una conference-call che si è tenuta venerdì scorso tra Assoturismo Confesercenti e l’assessore Manlio Messina (vedi foto).

Al momento per il sostegno al turismo è previsto uno stanziamento di 75 milioni di euro. “Nella nota – aggiunge Basile – chiediamo all’assessore di avviare un’azione di coordinamento con l’Assessorato regionale alle Attività Produttive per assicurare al settore anche una parte del plafond da 150 milioni di euro destinato all’erogazione di risorse a fondo perduto a copertura dei costi fissi di gestioni e alla copertura delle perdite di bilancio generate dal lockdown”.

Nella nota, anche una proposta operativa per semplificare le procedure di allocazione sul mercato dei servizi acquistati dall’Assessorato del turismo per invogliare i turisti a scegliere la Sicilia come meta per le proprie vacanze. “Pensiamo che il progetto del governo possa essere più efficace inserendo sul portale della Regione una selezione di pacchetti già creati e organizzati da TO e adv. I pacchetti potrebbero essere raccolti e organizzati per località e/o per tema. In questo modo il prodotto finito sarebbe non solo più semplice da commercializzare ma avrebbe anche maggior appeal per il turista che potrebbe trovare offerte complete. Inoltre, tutto ciò consentirebbe la promozione di aree della nostra isola che altrimenti verrebbero sicuramente escluse”.

News Correlate