mercoledì, 23 Settembre 2020

Ragusa, Legambiente: no a nuovi hotel, utilizzare immobili abbandonati

Non tutti a Ragusa pensano che le nuove strutture alberghiere autorizzate dall’amministrazione comunale possano rivelarsi un’ importante occasione di sviluppo. Su posizione opposte ad Ance e degli Ordini professionali di Ingegneri ed Architetti, c’è Legambiente che sottolinea senza se mezzi termini di ulteriore consumo di territorio in una città dove negli ultimi anni in campagna sono stati edificate quasi 12 mila abitazioni per oltre 10 milioni di metri cubi.

“A Ragusa – spiega Legambiente – non servono alberghi in campagna. Se si vuole aumentare i posti letto si recuperi prima di tutto l’esistente. Non mancano grandi immobili da riutilizzare a fini alberghieri. C’è il grandissimo edificio a Punta di Mola, così come l´enorme “fungo” di piazza Libertà abbandonato da decenni. E come non pensare alle due strutture turistiche abbandonate sulla strada per Marina di Ragusa e sulla statale per Catania dietro la stazione di servizio o ancora a quella sul ponte vecchio chiusa da anni?”.

News Correlate