Firenze rischia calo presenze fino al -83%

Le presenze turistiche nell’area metropolitana di Firenze, nel 2020, subiranno un calo compreso in una forbice fra il 67,2% e l’83,5% di pernottamenti in meno rispetto ai 15,8 milioni del 2019. Sono le stime contenute in uno studio della Cciaa di Firenze, che prende in esame tre scenari di diversa gravità sulla diffusione del virus e sulla durata delle riduzioni alla mobilità nazionale e internazionale.

“La sofferenza – scrivono i ricercatori – rischia di essere piuttosto incisiva, prima di arrivare all’inizio della fase di ripresa. Il recupero dovrebbe avvenire molto gradualmente ed essere correlato ad un differente approccio organizzativo al cliente-turista da parte degli operatori, considerando la limitazione della concentrazione di persone in periodi particolari o in determinati luoghi, solitamente ad alta intensità turistica: sicuramente se e quando sarà pronto e diffuso il vaccino, si potrebbe verificare un aumento di domanda che acquisirà gradualmente consistenza”.

News Correlate