venerdì, 27 Novembre 2020

Voli a rischio il 17 dicembre, c’è lo sciopero dei dirigenti Enac

Voli a rischio per lo sciopero dei dirigenti Unadis (Unione nazionale dei dirigenti dello Stato) di Enac il 17 dicembre. I sindacati, appresa la notizia del mancato inserimento, nella prossima manovra finanziaria, della norma di trasformazione dell’Enac in ente pubblico economico, hanno deciso di protestare.

“Nella drammatica scarsità di risorse umane e strumentali e con l’attuale organizzazione e struttura in cui l’ente si trova ad operare – scrive la segretaria generale Inadis, Barbara Casagrande alla ministra Paola De Micheli -, assicurare le condizioni di sicurezza e di operatività richieste dalle norme rappresenta un fattore di criticità che questa dirigenza non è più in grado di fronteggiare, sia dal punto di vista delle funzioni assegnate, sia dal punto di vista della pressione in termini di responsabilità non previste”.

Pertanto i dirigenti Unadis di Enac confermano lo sciopero del 17 dicembre e annunciano di riprogrammare una nuova azione di sciopero il 15 gennaio 2021. Pertanto i dirigenti Unadis di Enac confermano lo sciopero del 17 dicembre e annunciano di riprogrammare una nuova azione di sciopero il 15 gennaio 2021. “L’astensione dal lavoro dei dirigenti Enac – prosegue Casagrande – impatta sull’espletamento del servizio essenziale di trasporto aereo e, nelle giornate di sciopero, comporterà – fermo restando l’obbligo di rispettare le fasce di garanzia previste – la chiusura degli aeroporti non presidiati, la conseguente cancellazione dei voli e il non espletamento delle attività ordinarie in ambito di garanzia e sicurezza dei collegamenti aerei”.

News Correlate