domenica, 19 gennaio 2020

Easa promuove l’Enac nella sua prima ispezione italiana

Si è svolta dal 2 al 6 dicembre la prima ispezione in Italia da parte dell’Easa, l’Agenzia Europea per Sicurezza Aerea, nel settore aeroporti. Lo rende noto l’Enac, spiegando che le ispezioni di questo di tipo, definito ‘approfondito’, hanno l’obiettivo di valutare la capacità dell’Autorità competente di esercitare le proprie responsabilità di sorveglianza in materia di sicurezza, attraverso verifiche sulla rispondenza a tutti i requisiti europei previsti dalla normativa vigente, applicabili al settore aeroporti.

Al termine dell’ispezione il team Easa, “pur rilevando alcuni ambiti di miglioramento, ha espresso apprezzamento per l’efficacia e il livello qualitativo del sistema di gestione e di sorveglianza dell’Enac, confermando l’elevata professionalità del personale, oltre che il buon livello di collaborazione e coordinamento tra le diverse strutture di questo settore”.

Il team Easa, composto da cinque ispettori, ha effettuato sia verifiche documentali, sia interviste al personale delle strutture centrali e delle direzioni regionali responsabili dell’attività di certificazione e sorveglianza. Nel corso dell’ispezione – prosegue la nota – sono stati visitati anche le società di gestione degli aeroporti di Roma Fiumicino e Napoli Capodichino e le relative infrastrutture aeroportuali, oltre che il personale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e dell’Enav, al fine di verificare la rispondenza ai requisiti relativi ai servizi di soccorso e antincendio e al servizio della navigazione aerea.

News Correlate