Enac: a luglio-agosto passeggeri a +3,8%. Riggio verso fine terzo mandato

La stagione estiva si è chiusa con un trend positivo dei passeggeri del trasporto aereo, con un aumento del traffico del 3,8% nei mesi di luglio e agosto. E’ quanto emerso dal bilancio della stagione estiva 2018 presentato dal presidente dell’Enac Vito Riggio e dal direttore generale Alessio Quaranta nel corso di un incontro con gli operatori del settore. Nel complesso dei primi 8 mesi dell’anno, il traffico è cresciuto del 5,3% rispetto al periodo gennaio-agosto 2017.

“La stagione estiva era iniziata con alcuni problemi legati a scioperi internazionali che hanno avuto ricadute anche sui nostri aeroporti. Le criticità sono state superate e si è consolidato un trend di crescita positivo che caratterizza il settore negli ultimi anni”, ha detto Riggio, che si appresta a concludere il suo terzo e ultimo mandato (termina il 21 ottobre), dopo 15 anni alla guida dell’Enac.

Nel periodo gennaio-agosto, nello specifico, l’Enac ha ricevuto 3.070 segnalazioni relative alla violazione del Regolamento 261 del 2004 (Diritti del passeggero), con un +26%, di cui 1.442 per ritardo in partenza, 1.310 per cancellazione di volo (le altre segnalazioni sono per ritardo in arrivo, 152, per negato imbarco 146, per mancata informazione 19). Solo nel periodo luglio-agosto le segnalazioni sono state 1.062, con un incremento del 108%, di cui 553 per cancellazione di volo e 465 per ritardo in partenza.

Per quanto riguarda le immatricolazioni e lo stato dei principali vettori, l’Enac evidenzia come i primi mesi del 2018 abbiano registrato “un bilancio positivo delle immatricolazioni che fa intravedere l’avvio di una ripresa del numero degli aeromobili inseriti nelle flotte nazionali”. Riguardo alcuni dei principali operatori, l’Enac osserva: per Alitalia “flotta stabile, passeggeri in crescita, ricavi in crescita”; per Air Italy “flotta e network in espansione, seppure con qualche difficoltà in termini economici”; per Neos “flotta e network in espansione, soprattutto nel lungo raggio”; per Air Dolomiti “situazione stabile e consolidata”; per Blue Panorama “processo di rilancio in corso, prevista una leggera crescita della flotta nel 2019”.

L’Enac rileva infine come “la crescita della flotta trasporto è accompagnata da una crescita di interesse da parte di soggetti esteri che portano attività aeronautiche in Italia. Anche la Brexit sta offrendo alcune opportunità di spostamento in Italia di imprese attualmente collocate nel Regno Unito”.

News Correlate